Domus Comeliana, Pisa
Pisa si riappropria di una nuova location
Aperta agli eventi dopo 6 anni di restauri la dimora storica ai piedi della torre pendente di Pisa. Tutti gli spazi sono personalizzabili, compresi i giardini e il terrazzo dove organizzare cene di gala con vista su piazza dei Miracoli.
A
Se la posizione è uno dei principali fattori di successo per una location, Domus Comeliana è sicuramente vincente. Dire che è a Pisa è infatti riduttivo visto che si trova proprio di fianco a uno dei simboli non solo della città, ma del patrimonio artistico dell’Italia: la torre pendente. Aperta agli eventi nel 2015 dopo 6 anni di restauri che ne hanno rispettato lo stile ottocentesco, nel corso di pochi mesi ha già messo in portfolio eventi eterogenei quali congressi scientifici e cene di gala aziendali diventando anche set di spot pubblicitari.

“Sin dalla sua apertura la location ha ottenuto un positivo riscontro dal mercato anche per eventi di respiro internazionale”, dice Tomaso Maria Pedrotti Dell’Acqua, vicepresidente della Fondazione Comel, la fondazione privata senza scopo di lucro che, creata per promuovere iniziative scientifiche e culturali nel campo della salute, detiene la proprietà e la gestione di Domus Comeliana. “L’esempio più recente è quello di inizio aprile quando 40 scienziati provenienti da tutto il mondo si sono confrontati sul futuro dell’acqua nella nostra sala degli Ulivi da 80 posti in occasione di The Future of Water: Availability, Distribution and Provisioning, il workshop promosso dal Consiglio nazionale delle ricerche”.

Oltre a 3 sale (la maggiore da 80 posti) completamente personalizzabili situate tra il piano terra e il primo piano, la dimora storica dispone anche di spazi all’aperto: un giardino di 250 metri quadrati impreziosito da statue e piante, un giardino di 110 metri quadrati in cui palme e allori circondano una vasca con ninfee e fiori di loto e un terrazzo di 100 metri quadrati.

“Anche le aree esterne possono essere allestite a seconda delle esigenze del cliente”, precisa il vicepresidente della Fondazione Comel. “Caleffi ha trasformato uno dei giardini nel set per lo shooting fotografico di biancheria da letto, mentre Sirtes, la Scuola Internazionale di Riparazione Tessutale, ha ricreato atmosfere rinascimentali e anni Settanta per 2 cene di gala, ciascuna con 80 partecipanti”.

Per chi vuole cene esclusive per ambientazione ma anche “per contenuto” la location mette a disposizione, oltre a quella per il catering, anche una cucina professionale dove gli chef trovano tutte le attrezzature per creare i menù più ricercati.

Domus Comeliana
Via Cardinale Maffi, 48
Tel: 02 0062051
Fax 02 76003647
info@domuscomeliana.com
www.domuscomeliana.com

Pubblicato il 23 maggio 2016

Domus Comeliana