Sine… che?

MICHELE MONDOLFO, titolare Incoming Partners
La campagna “fatti furbo” e un contromessaggio per gli albergatori
A
Sinergia, s. f. [dal gr. συνεργία o συνέργεια,]. Azione combinata e contemporanea, di più elementi in una stessa attività, che comporta un rendimento maggiore di quello ottenuto dai vari elementi separati.

Nell’era del turismo 2.0 assistiamo sgomenti alla proposta turismo 0.2 (non è un refuso) di Federalberghi. Il succo della innovativa azione è “caro consumer, telefonaci che risparmierai”. Ci aspettiamo di leggere lo step 0.3 (non è un refuso) del tipo “caro turista, scrivici che ti rimborseremo il costo del francobollo”.

A parte il fatto che recenti indagini hanno appurato che la proposta non è neanche concreta, per non essere solo distruttivo ma anche costruttivo azzardo io un contromessaggio.

"Caro albergatore, fatti furbo tu e lavora con il trade. Tieni aperti i rapporti con quelle centinaia di migliaia di aziende che di mestiere portano i turisti in albergo. Imposta il tuo business su basi solide, fatte da tante colonne e non da una sola. Non serve un master in Bocconi, ti hanno insegnato anche alle elementari che mettere il 40, 50 o 60% delle sorti di una azienda in un canale solo è troppo rischioso. Smettila di pensare che le Olta moltiplichino i clienti come i pani e i pesci; sono solo uno strumento in cui tu hai voluto convogliare sin troppe prenotazioni. Dai spazio, rispetto e attenzione a un comparto merceologico che accetta provvigioni ben inferiori a quelle che sei costretto a dare oggi a chi ti tiene in pugno. Fai in modo che se una agenzia di eventi ti chiede 100 camere per un congresso l’ultimo dei congressisti (o quello che si crede più furbo) non trovi da solo una tariffa sempre più bassa di quella congressuale”.

Leggi bene i contratti e controllali prima di firmarli, perché firmare un contratto capestro e poi andare a piangere davanti al Tar come se la controparte ti avesse rubato la merenda non è proprio da imprenditore avveduto e maturo”.

“Con la pazienza del prete di famiglia, nonostante i pesci ce li hai tirati in faccia per anni, noi siamo ancora qui. Aspettiamo un gesto concreto”.

Michele Mondolfo

Commenta su Facebook