Marketing digitale: la startup Buzzoole lancia Finder, il software capace di individuare gli utenti più influenti del web
A
Consente alle aziende di individuare gli “influencer” della Rete, cioè gli utenti esperti in un determinato settore con il maggior numero di amici/follower sui social media che ne riconoscono la competenza e l’autorevolezza nel parlare di quel settore e degli argomenti a esso correlati: Finder, il software messo a punto e lanciato dalla startup napoletana Buzzoole, viene in aiuto a chi fa content marketing e utilizza strategie di passaparola identificando gli utenti in grado di innescare il meccanismo della viralità.

Il software funziona con un sistema di ricerca avanzata basata su specifici temi o settori di interesse e sulla provenienza geografica degli utenti: in pratica, Finder setaccia il web includendo nella ricerca i profili Facebook e Twitter, blog e siti personali, che poi classifica in base all’audience specifica rilevata sull’argomento scelto. Il risultato della ricerca dà alle aziende l’opportunità di comunicare e interagire con gli utenti generatori di passaparola, capaci di di generare un sentiment positivo sul proprio brand e di influenzare il comportamento d’acquisto di altri utenti.

Attraverso il software sviluppato da Buzzoole è anche possibile identificare i gli utenti emergenti, cioè le “nuove promesse digitali” dell’influence marketing che cominciano a raccogliere consensi crescenti e ad affermarsi come opinion leader e influenzatori.

Commenta su Facebook