Fiere italiane tra presente e futuro: le strategie per innovare il comparto nel seminario AEFI a Rimini Fiera
A
Le nuove strategie di marketing, le iniziative in ambito sociale che si traducono in attività commerciali, l’importanza dei “fuori salone” e le case history di successo. Questi gli ingredienti del seminario annuale di aggiornamento formativo per i soci AEFI, l’Associazione Esposizioni e Fiere Italiane, che si tiene il 13 e 14 luglio a Rimini, nella sede di Rimini Fiera.

Il tema della sesta edizione è “Come e dove nasce l’innovazione: attualità e futuro delle fiere italiane” e gli interventi si concentrano sulle strategie da mettere in campo per poter competere e rispondere ai mutamenti del mercato in uno scenario che impone alle fiere di evolvere e rinnovarsi continuamente.

Ad aprire i lavori, riporta TTGitalia.com, sono oggi i due vicepresidenti di AEFI Lorenzo Cagnoni, presidente di Italian Exhibition Group, e Giovanni Laezza, direttore di Riva del Garda Fierecongressi. L’appuntamento prosegue con i panel dedicati ai cambiamenti nella progettazione delle fiere e i mutamenti organizzativi e comportamentali, mentre la giornata di venerdì avrà un focus sui cambiamenti nella comunicazione, attraverso case history illustrate dalle fiere di Bologna, Verona, Firenze, Roma e Riva del Garda.

Sono inoltre previsti approfondimenti sulle tematiche digital e interventi di esperti del settore, tra cui Giuseppe Schirone, economista di Prometeia che presenterà un’analisi sul ruolo dell’innovazione nei settori del Made in Italy, e Carlo Bagnoli, professore associato di strategia dell’innovazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia e responsabile dell’organizzazione della Biennale dell’innovazione di Venezia; poi Karla Juegel, CEO della socità di consulenzaMesse Marketing München, Anty Pansera, storico del design, Clara Rosio, project manager, e Paolo Casati, creative director di Studiolabo.

Commenta su Facebook