Arriva UpLab, il primo chatbot sviluppato per gli enti fieristici, il debutto con Fiera di Roma
A
È probabilmente il primo chatbot in Europa progettato espressamente per facilitare la comunicazione fra gli enti fieristici e i loro visitatori. Il software di intelligenza artificiale si chiama UpLab ed è stato sviluppato dalla società romana di information and communication technology Gruppo Gsnet.

Disponibile su Telegram e a breve anche su Facebook Messenger e WhatsApp, il chatbot risponde in tempo reale alle domande degli utenti fornendo indicazioni su come raggiungere il quartiere fieristico o come organizzare la visita a una singola fiera, con informazioni sugli espositori, sugli eventi e sulle modalità di registrazione o acquisto biglietti.

Il chatbot è propositivo e ha buona memoria: rileva quando l’utente è attivo sulle piattaforme di messaggistica per iniziare la conversazione e gli propone fiere alle quali potrebbe essere interessato sulla base delle sue precedenti visite. Il software sarà a breve implementato per fare in modo che gli espositori possano continuare il dialogo con i buyer anche a fiera conclusa.

Il primo ente fieristico ad aver utilizzato il chatbot è Fiera di Roma, che lo ha lanciato la scorsa settimana in occasione di Blast, l’evento internazionale di incontro tra startupper e investitori. Fiera di Roma disporrà del chatbot in esclusiva per un anno con i nomi Chiedi a Fiera e Fiera di Roma.

Commenta su Facebook