Apre l’IMEX: dalla fiera di Francoforte segnali positivi per il settore degli eventi
A
“Quello degli eventi e dei congressi è un settore resiliente, che nonostante le molte situazioni destabilizzanti verificatesi nel mondo nei primi mesi dell'anno sta reagendo in maniera positiva, ponendo le premesse per una crescita solida e di lungo termine”. Questa la valutazione espressa da Carina Bauer, CEO del gruppo IMEX, sulla base dei numeri della maggiore fiera del settore in Europa (l’IMEX appunto), che apre oggi nel quartiere fieristico di Francoforte.

La manifestazione, per la quale si attende un contingente di quasi 4mila hosted buyer, registra 3.500 espositori di 160 paesi e un incremento di circa il 10% degli spazi espositivi occupati da seller africani, asiatici, americani e canadesi. A crescere, e con una percentuale del 15%, è anche la superficie espositiva dell’area dedicata alle tecnologie per aumentare l’interattività e semplificare l’organizzazione degli eventi.

L’offerta formativa, da sempre fiore all'occhiello di IMEX, quest’anno è stata ampliata con l’introduzione, il giorno precedente l’inizio della fiera e in parallelo ai programmi per i buyer corporate e di associazioni, dell’EduMonday, un’intera giornata di seminari aperti a tutti e condotti in maniera informale su argomenti quali il design degli eventi, le nuove tendenze del mercato e le tecnologie più attuali. Durante i 3 giorni di manifestazione si terranno invece 200 tra workshop e seminari su 10 macrotemi tra cui tecnologia, marketing, sostenibilità e competenze di business.

Atteso come ogni anno è il Politicians Forum, il format ideato da IMEX che riunisce politici e rappresentanti del settore congressuale di tutto il mondo con l’obiettivo di evidenziare e analizzare il contributo degli eventi alla crescita economica e sociale delle destinazioni che li ospitano. Il forum si tiene oggi a Villa Kenendy e il keynote speech di apertura è affidato a Greg Clark, l’urbanista britannico membro dell’Advisory Board di Vienna 2020, il piano strategico del turismo con cui la capitale austriaca punta a raggiungere in 3 anni 18 milioni di pernottamenti. Tema dell’incontro è il ruolo degli eventi in un contesto mondiale in constante cambiamento per fattori quali la globalizzazione, il libero scambio e i mutamenti di ordine sociale.

Gli operatori dell’offerta congressuale italiana sono presenti a IMEX allo stand sostenuto dall’Enit e organizzato con il supporto operativo del Convention Bureau Italia, che domani presenterà alla platea internazionale Italy, at hand, la nuova campagna di comunicazione dell’Italia degli eventi.

Commenta su Facebook

Altro su...

Fiere

IMEX