L’impatto del digitale sul valore di brand: a Milano il convegno sulle nuove sfide del marketing e le strategie delle grandi marche
A
Quali sono le nuove sfide per il marketing e la comunicazione che derivano dall’impatto dirompente della rivoluzione digitale? Come si costruisce un brand forte nell’era del web? Di quali competenze e professionalità hanno bisogno le grandi marche per elaborare le nuove strategie digitali?

Questi i temi al centro del convegno L’impatto del digitale sul valore di brand: nuove professionalità, nuove competenze, nuovi mindset che si svolgerà il 3 maggio (ore 10.30) presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore con l’organizzazione di Superbrands, l’iniziativa che aggrega le eccellenze di brand e ne promuove il valore sul mercato, e ALMED, l’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo.

A condurre i lavori sarà Nicoletta Vittadini, direttore del master “Digital Communication Specialist”, che insieme ai marketing manager di aziende quali Campari, Che Banca!, Sorgenia, Re/Max e QVC – tutti brand all’avanguardia nel gestire con efficacia il rapporto con i propri pubblici attraverso i canali digitali – racconterà come la rivoluzione che ha sconvolto le tradizionali conoscenze aziendali veda emergere la necessità di nuove organizzazioni in grado di capire e gestire le opportunità dei big data e del dialogo digitale così come di nuove professionalità capaci di trasformare queste opportunità in vantaggi di reputazione e business.

La tesi centrale dell’incontro è infatti che la costruzione di un brand forte nell’era digitale richiede nuove competenze in grado di gestire con efficacia il dialogo sempre più serrato che ha luogo nell'ecosistema online. E durante il convegno saranno proprio le aziende a raccontare come affrontano le nuove sfide del marketing e della comunicazione: quali scelte strategiche e organizzative hanno attuato, quali professionalità cercano di inserire in azienda, quali skills ritengono necessari per un ingresso efficace nel mondo odierno del lavoro.

Il dibattito sarà arricchito da una “social round table” che vedrà la partecipazione di tutti i relatori e che attiverà quella degli ospiti in con il livetweet #SuperbrandsUnicatt. “La digitalizzazione ha trasformato le aziende in media companies, produttori di contenuti distribuiti direttamente ai propri utenti/clienti attraverso i canali digitali” sostiene Nicoletta Vittadini. “È una sfida culturale, perché bisogna sviluppare contenuti sempre più efficaci per veicolare i valori di brand e costruire una relazione intima con il proprio pubblico. Ma è anche una sfida organizzativa perché occorre integrare i team con nuove professionalità creative e tecniche (dai social media manager ai data analyst) che siano in grado di produrre contenuti, gestire le crisi e analizzare i dati”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Convegni