Italian Exhibition Group annuncia una nuova fiera del turismo in Cina: con il Travel Trade Market porta a Chengdu l’esperienza di TTG Incontri
A
L’edizione di lancio, che si svolgerà dal 24 al 26 ottobre 2017 a Chengdu, metropoli da 15 milioni di abitanti situata nel sud-ovest della Cina, è già stata progettata nei dettagli: sarà un grande marketplace del B2B turistico, rivolto a operatori e aziende di tutta la filiera coinvolti nei flussi da e verso la Cina, con 600 espositori e oltre 1.000 buyer da tutto il mondo, incontri pianificati su un’apposita piattaforma online, un’area NEXT dedicata all’innovazione cui parteciperanno le startup cinesi e almeno 150 incontri dai contenuti orientati alla conoscenza del mercato e delle più efficaci tecniche operative.

Così Italian Exhibition Group (IEG), la newco costituita meno di un mese fa dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza, annuncia Travel Trade Market, il suo primo nuovo progetto fieristico nato dalla joint venture con l’organizzatore fieristico Vision Fair China e realizzato in partnership con la China Tourism Academy, ente nazionale di promozione turistica che fa capo all’Amministrazione del Turismo della Repubblica popolare cinese.

“È l'inizio di un percorso del quale conosciamo le prospettive, ma anche le difficoltà” commenta il presidente di Italian Exhibition Group Lorenzo Cagnoni. “Lo stiamo affrontando con determinazione e alle nostre intenzioni corrispondono quelle della componente cinese, istituzionale e imprenditoriale, che con noi concorrerà a realizzare il progetto. Qui parliamo di turismo e parliamo di ambiente, settori che possono farci da apripista per altri  progetti, da soli o in collaborazione con altre fiere”.

L’annuncio ufficiale è stato dato ieri a Pechino presso la sede dell’Ambasciata d’Italia e alla presenza dell’ambasciatore Ettore Sequi: il progetto è stato presentato da Matteo Marzotto, vicepresidente di Italian Exhibition Group, insieme a Paolo Audino, direttore business internazionale di Italian Exhibition Group e a Dai Bin, presidente della China Tourism Academy.

“Siamo orgogliosi di questa prima e significativa partnership di così alto profilo internazionale” ha detto Matteo Marzotto. “L’accordo riconosce IEG come exhibition provider globale, con il know-how e le competenze ‘Well Done in Italy’ che sapremo mettere al servizio di un’area e di una città dalle straordinarie potenzialità. Ci impegneremo per rendere Travel Trade Market il nuovo strategico marketplace d’Asia per la filiera internazionale del turismo”.

Il progetto parte con le migliori premesse, vista la solidità dei tre soggetti coinvolti e la loro esperienza di fiere e di turismo. “Trasferiamo a Chengdu l’esperienza di oltre 40 anni di organizzazione di fiere dedicate al business turistico” ha commentato Paolo Audino. “L’obiettivo è radicare un modello innovativo che superi la relazione solo commerciale con il cliente espositore e la estenda a una condivisione globale dei contenuti e degli obiettivi”.

E proprio in tema di condivisione ieri a Pechino è stata firmata anche un’intesa fra l’ente fieristico di Chengdu e TTG Incontri, la maggiore fiera del turismo B2B in Italia (che è organizzata a Rimini da Italian Exhibition Group) per avviare uno scambio di dati, informazioni fieristiche e formazione mirato al mercato turistico Italia-Cina.

Commenta su Facebook