Arriva Google Trips, la nuova app “tutto in uno” per organizzare i viaggi che funziona anche offline
A
È disponibile da ieri sugli store di iOS e Android, e Google l’ha presentata come la nuova guida di viaggio personalizzata sempre a portata di mano. E in effetti Google Trips fa un deciso passo avanti nell’integrare tutti gli aspetti del viaggio in un unico ambiente – voli, alberghi, itinerari, punti di interesse della destinazione, ristoranti, trasporti pubblici – basandosi su dati individuali dell’utente in possesso di Google, dati aggregati sul comportamento del complesso degli utenti e dati di Google Maps.

La app ricava automaticamente da Gmail le prenotazioni di voli, alberghi, auto già effettuate (di viaggi futuri ma anche di quelli passati, basta che le email di conferma non siano state cancellate), e da quelli parte per “confezionare” una guida di viaggio personalizzata. Innanzi tutto evidenzia orari di partenza e arrivo dei voli e localizza sulla mappa l’albergo prescelto e i dettagli della prenotazione. Poi, per ogni viaggio la app mostra un tab con le diverse destinazioni (se ce n’è più di una) e per ognuna presenta sezioni su cose da fare, itinerari suggeriti a seconda del tempo che vi si trascorrerà, ristoranti, trasporti e informazioni generali (emergenze, usi e costumi, shopping etc).

Una volta a destinazione, la app suggerisce punti di interesse in base dell’ora in cui la si consulta (la app riporta gli orari di apertura di musei, ristoranti etc), alla posizione in cui ci si trova (stima il tempo necessario per arrivarci) e alla “popolarità” delle singole attrazioni ricavata dallo storico di altri viaggiatori, mostrando naturalmente sulla mappa come arrivarci e perfino quanto tempo, mediamente, vi trascorrono i visitatori. L’utente può quindi costruire il proprio itinerario personalizzato visualizzando tutte le informazioni disponibili.

La app e tutte le sue informazioni, incluse le mappe, sono utilizzabili anche offline “scaricando” il singolo viaggio sullo smartphone, possibilità particolarmente utile quando all’estero non si dispone di una connessione dati. In questa prima fase di lancio, Google Trip offre informazioni su 200 città di tutto il mondo, un portfolio probabilmente destinato a incrementare in breve tempo.

E per il momento, ha comunicato Google, le indicazioni fornite da Google Trips sono interamente “organiche”, cioè basate su calcoli algoritmici che tengono conto delle recensioni e dei comportamenti degli utenti, e non hanno risvolti commerciali. Ma anche quelli, probabilmente, arriveranno presto.

© Event Report – riproduzione consentita con credito e link alla fonte

Commenta su Facebook