La Dubai di Expo 2020 sarà la prima città li-fi del mondo: internet viaggerà a una velocità 100 volte superiore a quella del wi-fi
A
L’Expo 2020, che sarà un evento ipertecnologico, interattivo e a basso impatto ambientale, si svolgerà nella città più e meglio connessa del mondo. Già entro la fine di quest’anno, infatti, Dubai lancerà la prima fase del progetto li-fi, la nuova tecnologia di trasmissione dati 100 volte più veloce del wi-fi che nei test di laboratorio ha raggiunto la ragguardevole velocità di 224 gigabit al secondo.

Parte dell’ambizioso piano high-tech che mira a fare di Dubai la città più smart del pianeta, il li-fi (light fidelity) si basa su una tecnologia che funziona secondo lo stesso principio del wi-fi, ma dove il segnale di rete è trasmesso dalla luce e non da onde radio. Durante il giorno è la luce solare a veicolarlo, mentre nelle ore di buio sarà un chip installato nelle lampade led dei lampioni stradali (ognuno dei quali avrà un costo di 1.000 dollari) a tradurre i dati delle frequenze ottiche in dati leggibili da computer e dispositivi mobili di ultima generazione.

In attesa che dispositivi mobili e computer siano gradualmente sostituiti dai nuovi modelli sul mercato, anche quelli non ancora configurati per il li-fi potranno navigare ultra-velocemente utilizzando una chiavetta USB. Le tariffe per accedere al li-fi non sono ancora state diffuse, ma la previsione è che a livello globale l’industria del li-fi arriverà a valere 75 miliardi di euro già nel 2021.

Commenta su Facebook