Velocità di connessione a internet a +23% in un anno, l’Italia migliora ma è ancora agli ultimi posti in Europa
A
Se la chiave di accesso all’economia digitale è la velocità di connessione a internet, il mondo sta avanzando speditamente: nell’ultimo anno la velocità media globale di connessione al web è aumentata del 23%, con un picco di incremento del 12% nel solo primo trimestre 2016 rispetto al trimestre precedente. Akamai, il provider di servizi cloud che misura lo stato di internet, ha rilevato che la velocità media globale ha raggiunto per la prima volta i 6,3 Mbps (megabit per secondo).

I primi 10 paesi viaggiano ormai su velocità superiori ai 15 Mbps, e 6 hanno velocità medie superiori ai 20 Mbps. Primo nel mondo per velocità della connessione web è la Corea del Sud, dove la media è di 29 Mbps, seguita dalla Norvegia che ha raggiunto la media di 21,3 Mbps con un incremento record del 68% rispetto all’anno scorso. Poi ci sono Svezia (20,6), Hong Kong (19,9), Svizzera (20,6), Lettonia (18,3), Giappone (18,2), Olanda (17,9), Repubblica Ceca (17,8) e Finlandia (17,7). Il primato europeo è dunque della Norvegia, ma tutti i 31 paesi del Vecchio Continente considerati hanno fatto registrare un incremento della velocità media a due cifre, nonostante gli ultimi in classifica – Grecia, Croazia e Cipro – registrino ancora velocità medie di connessione fra i 7,2 e i 7,8 Mbps.

L'Italia migliora però è ancora indietro. Nonostante la velocità media di connessione sia aumentata del 9,8% rispetto al trimestre precedente e del 33% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, gli 8,2 Mbps conquistati la pongono al quart’ultimo posto in Europa (prima della Grecia) e al 54° nel mondo. Sul fronte adozione della banda larga (cioè una velocità di connessione superiore ai 4 Mbps), l’Italia registra un aumento del 20% su base annua, con una penetrazione dell’83% che però vale soltanto il terz’ultimo posto in Europa: performance peggiori sul fronte banda larga si registrano solo a Cipro e in Francia. La banda ultralarga, cioè con velocità superiore ai 10 Mbps, in Italia ha una diffusione del 18%, in aumento del 135% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Ma nonostante la crescita significativa siamo ancora al quart’ultimo posto in Europa, prima di Grecia, Croazia e Cipro.

In tema di connettività mobile il primato mondiale va al Regno Unito, con una velocità media di 27,9 Mbps, seguito dal Belgio con 19,4 Mbps e dalla Spagna con 16 Mbps. In Italia la velocità media con cui ci si connette in rete tramite dispositivi mobili è stata, nel corso del primo trimestre 2016, di 10,8 Mbps.

Commenta su Facebook