Ciro Verrocchi direttore d'albergo dell’anno, alla riunione EHMA i general manager parlano di parity rate e mercato digitale
A

Ciro Verrocchi

È Ciro Verrocchi il direttore d’albergo dell’anno. Il premio che il Capitolo italiano della European Hotel Managers Association (EHMA) conferisce ai direttori che hanno saputo conquistare risultati di eccellenza nella gestione dell'attività, nelle performance economico-finanziarie, nella motivazione del personale e nell'innovazione è andato quest’anno al general manager dell’InterContinental De La Ville di Roma. Con il riconoscimento Verrocchi si candida al premio internazionale General Manager of the Year, che l'associazione internazionale conferirà il prossimo anno a Cipro.

L’assegnazione del riconoscimento è avvenuta lo scorso weekend all’Hotel Royal di Sanremo nel corso della riunione annuale dei direttori d’albergo italiani di EHMA. Temi caldi dell’incontro sono stati la parity rate e le agenzie online, con un focus su come ridurre il peso delle commissioni applicando la decisione dell'Antitrust. Sull’argomento Alessandro Nucara, il direttore generale di Federalberghi, ha espresso la necessità di definire un sistema di regole per rendere il mercato più trasparente: su 20 miliardi di fatturato totale del servizio alloggio, ha detto, le prenotazioni online dirette e indirette ne rappresentano il 60%, di cui i grandi player come Booking.com, Expedia e HRS contano per il 60%.

Federalberghi, ha ricordato Nucara, nei mesi scorsi ha fatto ricorso al Tar per modificare la parity rate imposta dalle agenzie online e lasciare libertà agli alberghi di applicare al mercato tariffe e condizioni diverse da quelle date alle OTA. Ora, dopo l’approvazione alla Camera, è in esame al Senato una legge sulla concorrenza per la liberalizzazione della parity rate.

La riunione dei soci italiani EHMA ha inoltre riconfermato Ezio Indiani, general manager dell’Hotel Principe di Savoia di Milano, come delegato nazionale del Capitolo per il triennio 2016/2018.

Commenta su Facebook