Dopo Facebook Social Jobs, potenziato Viadeo Recruiter: continua la sfida a LinkedIn sul reclutamento professionale
A
Viadeo, il social network professionale che conta 45milioni di utenti nel mondo, ha lanciato la versione potenziata di Viadeo Recruiter, motore di ricerca che, grazie alla possibilità di utilizzare numerosi filtri, permette alle aziende di selezionare nuove risorse umane in base a parametri specifici, contattando direttamente gli utenti che presentano il curriculum più mirato e qualificato. Sempre grazie a Viadeo Recruiter, poi, i selezionatori possono conservare i curricula valutati positivamente per creare, così, una sorta di banca dati a cui accedere successivamente per altre ricerche.

Complice la crisi che vede la ricerca di impiego come una priorità sempre più diffusa, ma anche sempre più complessa per le aziende ecco dunque che, dopo Facebook, anche Viadeo scende in campo per contrastare LinkedIn, il social network nato appositamente con lo scopo di creare contatti professionali e aumentare la visibilità degli utenti per intercettare opportunità di lavoro.

“Individuare i candidati potenziali sui social network è un’attività estremamente dispendiosa in termini di tempo per le aziende. Gestire in maniera efficace le candidature è altrettanto importante ed è rappresentativo dell’employer branding di un’azienda”, sostiene Pierre-Donatien Noyer, responsabile prodotti BtoB di Viadeo. “La nuova versione di Viadeo Recruiter punta sull’automatizzazione, la semplicità e la rapidità per permettere ai responsabili delle risorse umane di essere ancora più efficaci”.

Anche la creatura di Mark Zuckerberg, probabilmente con la volontà di accrescere il proprio valore in Borsa, ha lanciato a metà novembre la Social Jobs App, un’applicazione tutta dedicata alla ricerca di lavoro, frutto della collaborazione con il Dipartimento del Lavoro statunitense.

La Social Jobs App di Facebook permette a chi cerca impiego di visionare più di 1,7 milioni di posti di lavoro oggi ospitati sul social network e proposti da alcuni dei maggiori siti di ricerca di recruitment come Monster, BranchOut, DirectEmployers Association, Work4Labs e Jobvite. L’applicazione per ora è disponibile solo per i mercati UK e USA ma, se il riscontro sarà positivo come lasciano intendere le previsioni, sbarcherà a breve anche Europa, Italia compresa.

Essere social sui mezzi giusti sarà sempre più una modalità per cercare candidati e trovare lavoro? Pare proprio di sì. Secondo una ricerca commissionata da Viadeo a Ipsos, compagnia specializzata in ricerche di marketing, il 77% di 390 responsabili delle risorse umane intervistati ritiene che i social network professionali saranno sempre più lo strumento utilizzato per assumere personale soppiantando i social network generici.

Commenta su Facebook