LinkedIn: 5 mosse per costruirsi una valida rete di contatti professionali
A
Siamo un popolo di networker: secondo LinkedIn la spinta a creare relazioni è insita nel DNA degli italiani. Il 62% dei connazionali, infatti, si pone come obiettivo quello di incrementare la propria rete di contatti, e il 57% lo fa (anche) online.

Il noto social media, che conta in Italia 4 milioni di iscritti in rapido aumento (siamo il settimo paese nel mondo per incremento di utenti della piattaforma) ha indagato 200 professionisti italiani iscritti al network per esplorarne le abitudini in tema di networking e relazioni, con l’obiettivo di delineare una vera e propria “antropologia del networking” made in Italy.

Due i temi che sono emersi con particolare rilevanza: il primo è che gli italiani hanno una spiccata tendenza alla “raccomandazione”, intesa non come malcostume nazionale, ma come propensione a evidenziare pubblicamente le qualità umane e professionali di persone con cui si è lavorato in passato o si lavora nel presente. Il secondo è che i giovani (fra i 18 e i 34 anni) hanno più facilità a costruire relazioni online, anche professionali.

In particolare, l’indagine di LinkedIn rivela che il 75% degli intervistati (di tutte le età) utilizza un social network almeno una volta al giorno: nel nord e centro Italia, con una media di 20 volte la settimana, e al Sud 22 volte la settimana. E proprio al Sud, dove la percentuale di iscritti a LinkedIn è più alta del 4% rispetto alla media del paese, gli utenti hanno una facilità di intessere una solida rete di relazioni personali e professionali superiore dell’8% alla media nazionale.

“Non sorprende che gli italiani facciano sempre più affidamento sul personal branding e sul networking online per ottenere maggiore visibilità professionale. Quello che una volta si faceva al bar, magari davanti a un caffè, adesso lo si fa comodamente su LinkedIn”, ha dichiarato Marcello Albergoni, senior sales manager di LinkedIn Italia.

Ecco le 5 mosse consigliate da LinkedIn per crearsi un’efficace rete di contatti sulla piattaforma:

1. La prima impressione è spesso determinante
La foto del profilo di LinkedIn deve quindi essere professionale.

2. Entrate in contatto con i vostri colleghi e superiori
Seguite le conversazioni e gli articoli che i vostri colleghi e il vostro capo condividono su LinkedIn, generate conversazioni e dimostrate il vostro interesse. Il 79% degli italiani ritiene che la capacità di lavorare in team sia la qualità più importante da comunicare.

3. Ricordatevi delle nuove conoscenze
Quando entrate in contatto con nuove persone su LinkedIn, stabilite con loro una relazione e fate in modo che si ricordino di voi, interagendoci regolarmente e condividendo contenuti interessanti. Gli italiani usano i social network per stabilire relazioni rilevanti (36%), mentre il networking offline punta principalmente a mantenerle (60% degli intervistati).

4. Non smettete di imparare
La conoscenza del settore di appartenenza è fondamentale: leggete articoli, libri e ricerche; cercate i gruppi più rilevanti su LinkedIn e personalizzate i feed di notizie per essere sempre aggiornati sulle notizie del vostro settore.

5. Date con generosità e chiedete consigli
Aiutare gli altri vi aiuta anche a costruire il vostro brand personale. Scrivete raccomandazioni ai vostri contatti e chiedete che ne scrivano su di voi. Il 64% degli italiani usa i social network per essere "raccomandati" da colleghi attuali o passati.

Commenta su Facebook