Cresce l’uso delle app: l’utente medio ne apre 9 al giorno, entro il 2021 i download saranno 352 miliardi
A
Non sono affatto avviate verso il viale del tramonto, anzi. Contrariamente a quanto sostengono molti esperti di digital, le app sembrano invece guadagnare terreno e vantare indicatori di utilizzo in decisa crescita. Secondo la società App Annie, specializzata nell’analisi del mercato app a livello globale, nel 2016 i possessori di smartphone di tutto il mondo hanno trascorso sulle app circa 3mila miliardi di ore, con un trend incrementale rilevabile già in questi primi mesi del 2017. In crescita i download, con una stima di aumento del 20% annuo che nel 2021 ne porterà il numero a 352 miliardi.

Dall’analisi di App Annie, condotta nei 10 paesi che delle app fanno più massiccio utilizzo (l’Italia è esclusa), emerge che gli utenti usano mediamente 30 app al mese, circa un terzo/metà di quelle che hanno installato sul proprio smartphone. Su base quotidiana l’uso è in media di 9 app, e le tipologie più utilizzate sono gli strumenti (per esempio Safari, Google etc), i social network, le app di comunicazione e di produttività.

A usare quotidianamente il maggior numero di app sono brasiliani, indiani, cinesi e americani, mentre a dedicarvi la quota maggiore di tempo sono coreani, brasiliani, messicani e giapponesi, con una media di 3 ore al giorno trascorse sulle app. Infine, un dato che smentisce il luogo comune: le app “top”, cioè quelle più scaricate (come Facebook o WhatsApp), assorbono soltanto il 20% del tempo degli utenti. Segno che gli utenti sono più versatili di ciò che si pensa, e che per i brand c’è ancora spazio nel mercato delle app.

Commenta su Facebook