Quando postare contenuti sui social media: giorni e orari migliori per le 7 principali piattaforme
A
Quello dei social media è un universo che funziona a ritmo continuo, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7: in ogni minuto della giornata si postano immagini, testi, video e link, ma ciò non significa che ogni momento sia buono per avere visibilità e raggiungere il proprio target. Come ogni luogo della rete, anche i siti social hanno picchi di traffico e periodi di calma, e per i brand che vogliono massimizzare la portata dei propri post è importante sapere quando intervenire su ogni singolo canale.

A proporre una “tabella di marcia” è l’agenzia di marketing Brafton, che per elaborarla si è basata su diverse fonti statistiche di traffico social. Le indicazioni sono comunque da recepire con prudenza: non esistono infatti momenti migliori e peggiori in assoluto, perché la tempistica è strettamente collegata al tipo di contenuti che si postano e al tipo di target cui ci si rivolge. Al netto di qualunque indicazione, gli esperti consigliano sempre una fase di sperimentazione per testare abitudini e comportamenti del proprio specifico target.

Ecco quindi, secondo Brafton, giorni e orari migliori per postare contenuti di brand sui 7 social media più popolati della rete.

Facebook
I giorni migliori sono giovedì e venerdì, ma funzionano bene anche il sabato e la domenica. Sembra che dal lunedì al mercoledì i tassi di engagement siano significativamente inferiori. E benché Facebook abbia una buona performance su tutta la giornata, le fasce orarie da privilegiare sono la mattina a partire dalle 9 (quando il traffico prende consistenza) e poi dalle 13 alle 15. Nel weekend l’orario migliore è dalle 12.

Twitter
In generale il momento migliore per Twitter è metà settimana (quando tutti hanno bisogno di distrarsi, suggerisce Brafton). In particolare, il picco di engagement e di retweet sembra venga registrato il mercoledì verso mezzogiorno e poi fra le 15 e le 18.

LinkedIn
Il social professionale viene usato soprattutto in orario di lavoro, e i giorni migliori sono dal martedì al giovedì, con il giovedì pomeriggio (dalle 12 alle 17) segnalato come il più efficace. Le fasce orarie peggiori per postare su LinkedIn sono quelle notturne e durante i weekend.

Instagram
Brafton afferma che il momento della giornata più gettonato dagli utenti per collegarsi a Instagram è l’orario del pranzo, da lunedì a venerdì. In questa fascia oraria sembra che commenti e like aumentino significativamente.

YouTube
Benché funzioni in modo un po’ diverso rispetto alle altre piattaforme social, anche YouTube ha i suoi momenti di picco. Brafton afferma che caricare i propri video la mattina del sabato e della domenica può contribuire a incrementarne l’audience. Semaforo vede anche per il primo pomeriggio di giovedì e venerdì.

Snapchat
Sul social dove i contenuti hanno la data di scadenza (da un secondo a 24 ore), dopo la quale non sono più visibili, il momento buono è dalle 22 all’una di notte, tutti giorni della settimana.

Pinterest
Per chi presidia Pinterest l’attività è prevalentemente nel fine settimana, quando il traffico sulla piattaforma risulta al picco. I pin vanno caricati, dice l’agenzia, preferibilmente intorno alle 14, alle 21 e alle 2 di notte.

Ciò detto, è utile tenere presente che se si postano contenuti in un momento considerato di basso traffico, l’attenzione degli utenti collegati è molto più alta, perché il numero dei post (o tweet o pin o snap) che visualizzano sulle loro bacheche è inferiore. Inoltre, al di là di fasce orarie specifiche, c’è consenso generale sul fatto che le condivisioni avvengano soprattutto la sera, quando gli utenti hanno più tempo e sono più inclini a postare essi stessi.

Commenta su Facebook