Enit sigla un accordo con il colosso dell’e-commerce Alibaba per promuovere l’Italia del turismo sul mercato cinese
A
Enit ha firmato un accordo con il colosso cinese dell’e-commerce Alibaba per promuovere l’Italia del turismo e i suoi operatori sul mercato cinese, con l’obiettivo di incrementare sia i flussi di incoming in arrivo dalla Cina sia i volumi di spesa dei turisti cinesi in Italia.

Alibaba è il più grande marketplace online del mondo (ha oltre 439 milioni di acquirenti attivi e un fatturato di 8,5 miliardi di euro l'anno), e la promozione dell’Italia avverrà su Alitrip, la sua piattaforma di booking online utilizzata in Cina da più di 50 milioni di utenti dove sono in vendita 2 milioni di prodotti fra biglietti aerei, camere d’albergo, guide turistiche e pacchetti di viaggio di 100 operatori.

L’accordo, siglato alla presenza del ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini, prevede la realizzazione su Alitrip della sezione Italian National Pavilion, una "vetrina turistica" che sarà gestita da Enit e strutturata con contenuti editoriali costantemente aggiornati e proposte di alberghi e tour operator coerenti con il piano promozionale. L’intesa prevede anche che Alibaba fornisca a Enit i dati con cui profilare gli utenti cinesi per realizzare attività mirate di marketing che coinvolgano anche le destinazioni italiane di nicchia e meno conosciute.

La portata dell’operazione Alibaba sta tutta nei numeri, che indicano quanto l’incoming cinese incida sul turismo italiano. La Cina è oggi per l’Italia l’8° bacino di incoming, in continua e rapida crescita: in meno di 2 anni le presenze di turisti cinesi sono cresciute del 54%, attestandosi a ben 5,4 milioni. I cinesi che viaggiano fuori di propri confini nazionali hanno una capacità di spesa tanto elevata da essere seconda solo a quella dei giapponesi, e il loro numero è destinato ad aumentare nell’arco di pochi anni: secondo Oxford Economics entro il 2023 ci saranno altri 61 milioni di famiglie cinesi che potranno permettersi viaggi internazionali.

Commenta su Facebook