Al Palacongressi di Rimini il congresso europeo di mineralogia: 5 giorni di lavori per 700 partecipanti internazionali
A
È cominciata l’11 settembre, e proseguirà fino al 18, la European Mineralogical Conference che ha portato al Palacongressi di Rimini 700 scienziati provenienti da 50 paesi europei ed extra europei. Il congresso, giunto alla seconda edizione (la prima si era svolta a Francoforte nel 2012), è il maggiore appuntamento in Europa sui temi della mineralogia, della petrologia, della geochimica e della vulcanologia.

A promuoverlo sono le 10 maggiori società scientifiche nazionali di riferimento (austriaca, finlandese, francese, inglese, italiana, polacca, russa, spagnola, svizzera, tedesca), con il coordinamento della SIMP, la Società Italiana di Mineralogia e Petrologia, e la presidenza dei professori Giuseppe Cruciani dell’Università di Ferrara e Bernardo Cesare dell’Università di Padova.

L’evento si articola su 5 giornate e il Palacongressi di Rimini sarà impegnato a ospitare 400 comunicazioni scientifiche orali articolate in 6 sessioni parallele, 300 comunicazioni sotto forma di poster e 6 sessioni plenarie tenute da scienziati di fama mondiale che illustreranno gli aspetti più innovativi della ricerca geologico-mineralogica e le loro ricadute nei più ampi ambiti scientifici, economici e sociali.

Commenta su Facebook