In 16mila al Palacongressi di Rimini per ViviBenessere, nei tre giorni 87 eventi tematici e un’area espositiva raddoppiata
A
È tornata per la terza volta al Palacongressi di Rimini, i cui spazi ampi e diversificati ne hanno accompagnato la crescita di pubblico degli ultimi anni: ViviBenessere, manifestazione consumer dedicata al benessere in tutti i suoi aspetti, si è svolta dal 5 al 7 maggio con la partecipazione di 16mila visitatori provenienti da tutta Italia.

Organizzata dal Gruppo Macro, editore specializzato nei temi del wellness, dell’alimentazione naturale e degli stili di vita etici e sostenibili, l’edizione 2017 di ViviBenessere si è articolata in 30 free class e seminari, 28 eventi legati allo yoga, 16 showcooking e 13 workshop, cui si è affiancata un’area espositiva (raddoppiata rispetto all’edizione precedente) con gli stand di 100 brand attivi nel mondo wellness.

“Quando è nato il Gruppo Macro, trent’anni fa, le nostre attività editoriali e di comunicazione potevano tranquillamente definirsi di nicchia” spiega Franco Rosso, direttore generale del gruppo e organizzatore della manifestazione. “Negli anni il numero delle persone che segue questi temi e li porta nella vita di tutti i giorni è cresciuto esponenzialmente, e il successo di numeri e presenze di questa terza edizione di ViviBenessere al Palacongressi lo conferma chiaramente”.

Una crescita cui il Palacongressi di Rimini è andato incontro mettendo a disposizione degli organizzatori servizi in linea con le nuove complessità tecniche e logistiche: “Il Palacongressi ci consente di offrire un programma articolato con tanti eventi contemporanei e con dimensioni e affluenze di pubblico differenti, collocati sempre nell’ambiente più adatto” conferma Rosso. “Per noi il fatto ancora più importante è però la forma architettonica dell’edificio: la luce naturale delle vetrate, così come l’uso del legno e della pietra, mantengono un ambiente caldo e a misura d'uomo anche nei grandi spazi della struttura. È fondamentale che le persone si sentano accolte e a loro agio e si creino, così, le condizioni di spirito migliori per il successo di una manifestazione che fa di armonia e benessere i suoi obiettivi”.

Commenta su Facebook