Dolce & Gabbana presentano l'alta moda in Sicilia: per 4 giorni Palermo e dintorni sotto i riflettori internazionali
A
È stata la Sicilia a ospitare quest’anno la presentazione delle collezioni di alta moda degli stilisti Dolce & Gabbana: una kermesse lunga 4 giorni che è stata non solo un evento di marketing, ma anche una straordinaria occasione di promozione (e di ricaduta economica) per il territorio.

All’evento, che si è svolto dal 6 al 10 luglio con il titolo “Alte Artigianalità” sono intervenuti 400 tra buyer e ospiti vip provenienti da tutto il mondo e 50 giornalisti dei maggiori media internazionali (Time, The Wall Street Journal, The Financial Times), che hanno partecipato a sfilate di moda, cene di gala ed esposizioni in alberghi, palazzi storici, monumenti e location inusuali di Palermo, Monreale e Trabia.

La kermesse, che secondo quanto afferma Il Gazzettino di Sicilia porta la firma di FeelRouge Worldwide Shows, è costata alla casa di moda 26 milioni di euro e ha portato al territorio 10 milioni, è iniziata e si è svolta per le prime due giornate a Palermo. A Palazzo Gangi, la settecentesca residenza che Luchino Visconti ha reso immortale ambientandovi la scena del ballo del film Il Gattopardo, si è svolta la sfilata dell’alta gioielleria donna, con la rievocazione del celebre ballo. Dopo la presentazione, l’evento si è spostato nel chiostro della Galleria d’Arte Moderna per la cena di gala animata da ballerine che si esibivano sospese ai fili come marionette viventi.  

Il secondo giorno a Palazzo Mazzarino, dimora storica per eventi del centro città, è andata in scena l’alta gioielleria uomo e in piazza Pretoria l’alta moda donna, con le indossatrici che sfilavano su tappeti rossi posizionati tra le statue di marmo e la fontana della piazza. A chiudere la giornata è stata la cena di gala con spettacolo pirotecnico e concerto di Mario Biondi all’hotel 5 stelle Villa Igiea.

Lasciata Palermo "Alte Artigianalità" ha fatto tappa il terzo giorno a Monreale. Nella piazza antistante il Duomo una passerella circolare di colore oro è stata calcata dagli indossatori della collezione alta sartoria uomo e il Chiostro dei Benedettini sul lato del Duomo è stato allestito per la cena di gala di ispirazione arabo-normanna.

L’ultima giornata dell’evento si è svolta a Trabia con la cena nel Castello Lanza. Per tutta la durata delle presentazioni Villa Igiea è stata sede di esposizioni permanenti delle collezioni, mentre la Tonnara Florio ha ospitato il temporary store delle proposte prét a porter.

Commenta su Facebook