Trieste estende il wi-fi pubblico a tutta la città, l’accesso libero alla rete motivo di attrazione per congressisti e turisti
A
Il Comune di Trieste ha dato il via all’estensione della rete di hotspot pubblici che consentirà il collegamento gratuito a internet da tutte le aree della città: agli hotspot attivati nelle piazze, nelle biblioteche e negli edifici pubblici, poi, si aggiungeranno anche gli esercizi privati, come bar e negozi, che ne faranno richiesta per offrire il servizio ai loro clienti.

Il servizio, voluto dal sindaco Roberto Consolini, è curato da due società friulane: Teletronica, che gestisce i ponti radio, gli access point e la fibra ottica, e Spin, che fornisce il servizio Internet e l’infrastruttura per la gestione dell’autenticazione e della profilazione degli utenti.

“Grazie ai nuovi hotspot” spiega Sergio Lodolo, presidente e amministratore delegato di Teletronica, “cittadini e visitatori avranno accesso illimitato alla Rete Civica e ai siti istituzionali del Comune di Trieste tramite computer, smartphone e tablet per ottenere informazioni su uffici pubblici, cultura, shopping, siti di interesse, informazioni sul traffico e tanto altro”. L’accesso a internet sarà invece limitato a un certo numero di ore, secondo i diversi profili di utenza.

La possibilità di collegarsi a internet attraverso punti di accesso pubblici è motivo di attrazione per turisti, congressisti e business traveller: “Un servizio del genere”, continua Lodolo, “fa davvero la differenza per un turista appena sbarcato da una nave da crociera e che vuole muoversi a Trieste, per chi arriva in città per congressi o business, per gli studenti fuori sede e per i ricercatori che fanno della città un polo culturale e scientifico di primo piano, che merita servizi digitali all’altezza”.

Commenta su Facebook

Altro su...

Destination marketing