Roma, la Giunta favorevole alla costituzione del convention bureau, nel progetto coinvolte le associazioni di categoria
A
Sarà che i tempi sono finalmente maturi, sarà che le presenze turistiche stagnano e che, invece, il congressuale promette numeri in crescita, fatto sta che Roma sembra pronta a costituire un convention bureau. Il segnale è una memoria approvata dalla Giunta capitolina a sostegno della costituzione del Convention Bureau di Roma e del Lazio, che nelle intenzioni dell’amministrazione servirà a dare impulso al sistema congressuale cittadino attraverso la collaborazione fra pubblico e privato.

Nell’iniziativa sono coinvolti Federcongressi&eventi, Confesercenti, Federalberghi e Unindustria, che nei mesi scorsi avevano presentato a Roma Capitale e alla Regione Lazio un progetto di bureau in forma di consorzio di operatori privati, che avrebbe collaborato con il pubblico tramite un’apposita convenzione e un comitato di indirizzo dove si sarebbero sviluppate le necessarie sinergie strategiche e operative.

“In molte capitali europee e in altre città italiane”, recita una nota del Campidoglio, “si sta affermando come vincente il modello di partenariato tra amministrazione e soggetti privati per attrarre investimenti e intercettare nuovi flussi turistici. Con il provvedimento approvato l’amministrazione capitolina condivide il primo passo per il percorso che porterà alla costituzione di un Convention Bureau di Roma e del Lazio, organismo che riunirà attori istituzionali e operatori del settore per dare a Roma visibilità sul mercato dell’offerta congressuale”. Ci siamo, quindi, anche se il modello sarà probabilmente pubblico/privato. Il conto alla rovescia è cominciato.

Commenta su Facebook

Altro su...

Convention bureau